venerdì 19 dicembre 2008

Una goccia nel mare

C'era una volta un pesce. Che sapeva leggere e scrivere. E quindi si aggiornava, si acculturava, si modernizzava. Un giorno quel pesce scoprì che al mondo esistono migliaia di associazioni a difesa degli uccelli, contro la caccia. Allora il pesce si guardò nello specchio di un relitto, in fondo al mare, e si disse che non poteva continuare così, che il genere umano non poteva sempre distinguere tra figli e figliastri. E promise a se stesso che da grande sarebbe diventato un pescecane, per mordere al culo tutti quelli che avrebbero tentato di pescare lui e la sua famiglia. Intanto, però, da un occhio gli scese giù una piccola lacrima. Non la vide nessuno: si perse subito nell'acqua, una goccia nel mare.

1 commento:

Greeneyed ha detto...

Certo e' che il "figliastro"
oltre al grande desiderio di rivendicare un'appartenenza , e' anche generoso e molto dolce.