domenica 1 novembre 2009

Versi di una diversa


Arrivederci Alda,
versi di una diversa,
lucido grumo
di anima e follia.
Per figli i tuoi Navigli,
per orizzonte il senno,
hai attraversato
lieve
le nostre dissonanze,
magnificando
sempre
la tua diversità.
Limpida di dolore
strapiombi nella luce.
La povertà ti ha avuta,
ti attende l’eternità.


1 commento:

rossella ha detto...

Bravo, se potesse leggere i suoi versi piacerebbero anche a lei, la nostra amata Alda.di