domenica 26 aprile 2009

Stanchezza (Fernando Pessoa)

Esiste una stanchezza dell'intelligenza astratta ed è la più terribile delle stanchezze. Non è pesante come la stanchezza del corpo, e non è inquieta come la stanchezza dell'emozione. È un peso della consapevolezza del mondo, una impossibilità di respirare con l'anima.

5 commenti:

rossella ha detto...

In questo periodo della mia vita, mi ritrovo perfettamente in queste parole, ma è necessario tornare a respirare con l'anima.

mau/C ha detto...

il poeta è un fingitore, tu no

rori ha detto...

Grazie, mau. Sì, rossella, anch'io mi sento così. Dobbiamo trovare la forza di rialzarci...

Laura ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Laura ha detto...

Inizia schiarendo lo sfondo di questo blog.... magari aiuta!!! Tu hai il sole tra le mani, te lo sei dimenticato???????